Maupiti

Los AngelesHuahineRaiateaTaha’a – Maupiti – Bora BoraMooreaTahiti

Domenica 20 giugno siamo partiti da Raiatea e dopo 25 minuti di volo turbolento siamo atterrati nella piccola Maupiti. Abbiamo scelto quest’isola perché è priva di resort lussuosi e perché tutti ci dicevano che è incantevole… e come dargli torto: la bellezza di questa piccola perla lascia tutti senza fiato. Per noi è in assoluto l’isola più bella che abbiamo visitato durante questo viaggio e ancora oggi sentiamo la nostalgia di quella atmosfera tranquilla e rilassante.

IN GIRO PER MAUPITI
Maupiti è davvero piccola e qui persino i meno allenati possono fare il giro dell’isola in bici (sono solo 10 km!). Le bici si noleggiano nel container di fronte alla stazione di benzina nel porticciolo ed è consigliabile fare il giro dell’isola in senso antiorario in quanto alla fine c’è da affrontare una salita, che però viene ripagata con una stupenda vista sulla laguna.

Vaiea è l’unico vero villaggio dell’isola, dotato di una piazza principale con l’ufficio postale, la scuola elementare e il municipio.  Più avanti, nella Vallee de Haranae, ci sono dei petroglifi nel letto di un ex fiume (indicati da un piccolo cartello sulla strada principale), di cui il più grande rappresenta una tartaruga, ma sempre lì vicino ce ne sono anche altri più piccoli. Conviene lasciare le bici  lungo il sentiero a fianco del grande masso (quello con la balena) e da qui proseguire a piedi nel letto del fiume per diversi metri.

Continuando la pedalata, sul lato mare, si possono intravedere, un po’ nascosti dalla vegetazione, due antichi marae. Arrivati al bivio continuate lungo la strada costiera per raggiungere la stupenda spiaggia di Tereia, mentre al ritorno optate per la salita (non eccessivamente faticosa) sul colle da cui si gode un’incredibile vista sulla laguna. Dopo la discesa si prosegue sulla strada principale fino il marae Vaiahu, dove vennero incoronati i Nove Grandi Re del Pacifico. I discendenti delle famiglie reali fecero costruire un monumento che ricordasse l’evento e infatti su ogni pietra è inciso il nome di uno dei 9 Re. Il marae è indicato da un minuscolo e nascosto cartello sul lato destro della strada.

SPIAGGE
La spiaggia più bella dell’isola è sicuramente quella di Tereia (quando c’è la bassa marea è possibile raggiungere a piedi il motu Auira), mentre tra le spiagge sui motu secondo noi la più incantevole è il corno di sabbia sul motu Tiapa’a. Proprio su quest’ultima ci è successa una cosa particolare… abbiamo incontrato un raccoglitore della pregiata ambra grigia, una sostanza molliccia (vedi foto sotto a destra) che viene prodotta ed espulsa dalle balene, e che viene usata come fissante per i profumi. Lungo la spiaggia del motu Tiapa’a (lato laguna) è possibile nuotare con le razza e mante. Basta essere muniti di attrezzatura per snorkeling, individuarle nella laguna (anche in acqua bassa) e avvicinarsi pian piano senza disturbarle. Vedere le mante mentre si lasciano “pulire” dai pesci dottore è stata un’esperienza veramente unica.

SHOPPING
Facendo il giro dell’isola si incontrano diversi cartelli che indicano l’artigianato locale. Secondo noi il posto migliore dove comprare qualche souvenir veramente carino è il Vaitia Artisanat che si trova nella parte settentrionale dell’isola principale.

DOVE MANGIARE
La piccola isola non offre molta scelta per il pranzo/cena, se non lo Snack Tarona (che tra l’altro chiude presto), quindi vi consigliamo di optare almeno la mezza pensione presso la vostra pensione familiare.

DOVE DORMIRE
Le Kuriri Village: è una pensione familiare composta da 5 fare (bungalow) che si trovano sul motu Tiapa’a (isoletta vicino al pass). I bungalow tradizionali sono molto carini e sono posizionati nel giardino tropicale, davanti a una spiaggia di sabbia bianca con vista sull’oceano, mentre per nuotare nella laguna basta attraversare il rigoglioso giardino. Al Kuriri si mangia bene e soprattutto tutti insieme sullo stesso tavolo in un’atmosfera familiare. Visto che non c’è né la tv né la vita notturna è facile ritrovarsi a chiacchierare con gli altri viaggiatori: è strano riscoprire quant’è piacevole parlare con la gente (cosa ormai che si usa sempre meno). Il Kuriri è in assoluto il posto più bello in cui siamo stati durante questo viaggio, sia per l’invidiabile posizione, sia per l’ospitalità e gentilezza dei proprietari, sia per l’atmosfera rilassata che vi regna, sia per la meravigliosa laguna e potremmo continuare all’infinito… Un pezzo del nostro cuore è rimasto lì.


ATTENZIONE
– Sull’isola non ci sono bancomat e poche pensioni accettano la carta di credito.
– Prestate particolare attenzione alle correnti nei pressi del pass perché sono forti, ma soprattutto perché portano all’esterno (in pieno oceano).
– Se pensate di arrivare o partire con il Maupiti Express tenete presente che si naviga per oltre 2 ore in mezzo all’Oceano Pacifico e le onde non sono di certo moderate come quelle dell’Adriatico, quindi se di solito soffrite di mal di mare optate per l’aereo.

SITI UTILI
Tahiti Tourisme
Tahiti Guide
LonelyPlanet
Panpacific
Lingue online risorse gratuite per imparare il tahitiano

Il viaggio continua a Bora BoraMooreaTahiti

Info I giramondo
A causa di una spiccata curiosità siamo perennemente in viaggio.

2 Responses to Maupiti

  1. alegbr says:

    complimenti, utilissimo blog per viaggiatori “incalliti” 🙂
    come naturalmente siamo anche noi, Aereoplanini.
    vi linko, salutoni e buoni viaggi!

    • I giramondo says:

      Grazie e ricambiamo ben volentieri il link 😉
      Tanti viaggi anche a te!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: