Londra

A fine aprile abbiamo trascorso una settimana a Londra e un weekend dal nostro amico a Oxford.

COME ARRIVARE
Gli aeroporti principali di Londra sono quelli di Heathrow, Gatwick, Stansted, Luton e City, ma noi questa volta abbiamo trovato un volo economico per Birmingham (a/r per due persone e 1 bagaglio a 82€). Uno shuttle collega in meno di un minuto l’aeroporto di Birmingham con la stazione ferroviaria di Birmingham International. Da qui partono i treni che raggiungono Londra in 1 o 2 ore. Prenotando in anticipo on line abbiamo pagato solo 12£ per due biglietti del treno Birmingham International-Londra Euston e alla fine ci è costato molto meno che non prenotare un volo per Londra Stansted.

COME MUOVERSI
Appena arrivati a Londra abbiamo subito acquistato la Oyster card insieme alla travel card. La travel card per 7 giorni per le zone 1-2 costa 29.20£ a persona, mentre per 1 giorno costa 8.40£. Per la Oyster card vengono richiesti 5£ di cauzione che vengono restituiti quando si riporta la tessera in una delle stazioni della metropolitana. Il trasporto pubblico funziona molto bene sia di giorno che di notte e tutte le destinazioni turistiche sono facilmente raggiungibili.

Quello che scombussola di più i turisti è la guida a sinistra che incide sia sull’attraversamento della strada sia del flusso di gente che cammina tenendosi a sinistra. Per attraversare la strada bisogna guardare sempre prima a destra e poi a sinistra, ma comunque nella maggior parte degli attraversamenti pedonali c’è scritto da che parte guardare. Generalmente nei corridoi della metro ci si tiene sulla sinistra, mentre quando si è sulle scale mobili bisogna stare a destra e lasciare libero il passaggio di sinistra per chi ha fretta.

COSA VEDERE
Uno dei ritrovi turistici è sicuramente la piazza Picadilly Circus, dove le enormi insegne pubblicitarie illuminano la statua con l’angelo che viene popolarmente chiamato Eros, mentre in realtà sarebbe Anteros (fratello di Eros). Alle spalle della piazza si aprono le vie di Soho e della China Town. Qui si trova anche la galleria The Photographers’ Gallery, mentre dirigendosi a est si incrociano la Leicester Square e a seguire Covent Garden con il suo storico mercato, la Royal Opera House, il London Transport Museum e la colorata Neal Street.

A Londra ci sono diversi musei di grandi dimensioni che richiedono molto tempo per essere visitati. Musei come il British Museum, la National Gallery, il Victoria and Albert Museum, il Science Museum e il Natural History Museum, meriterebbero ciascuno una mezza giornata per essere visti con calma, ma comunque si tende a visitarli di fretta altrimenti ci si ritrova senza tempo per altre attrazioni turistiche. Prima di partire abbiamo cercato sui loro siti gli oggetti/quadri principali da vedere e quelli che più ci interessano, e così quando siamo arrivati nei musei sapevamo già cosa andare a vedere e cosa eventualmente tralasciare.

La National Gallery ospita quadri dal XIII al IXX secolo e tra i suoi pezzi più famosi ci sono i Girasoli di Van Gogh, la Vergine delle Rocce di Leonardo, la Sepoltura di Cristo di Michelangelo, la Madonna dei Garofani di Raffaello, Bacco e Arianna di Tiziano e Venere e Marte di Botticelli. A fianco del museo c’è la National Portrait Gallery con oltre 175.000 ritratti dal XVI secolo fino ad oggi. La piazza di Trafalgar square, sulla quale si trovano i due musei, porta il nome in onore della battaglia di Trafalgar, dove nel 1805 l’ammiraglio Horatio Nelson sconfisse le flotte franco-spagnole. Sulla piazza si innalza la statua di Nelson, ai cui piedi ci sono quattro leoni e la fontana, mentre vicino alla scalinata c’è il pannello count down per i giochi olimpici 2012. A sud della piazza si trova l’Admiralty Arch dal quale si accede al lungo viale The Mall che conduce fino al Buckingham Palace.

Il British Museum è uno dei musei di storia più grandi del mondo ed è visitatissimo sia dai turisti che dalle scolaresche. Le sale che più risentono dell’afflusso turistico sono quelle dedicate all’antico Egitto dove è esposta anche la perla della collezione: la Rosetta Stone, ovvero la pietra da cui è stato possibile decifrare i geroglifici in quanto riporta lo stesso testo in geroglifico, demotico e greco. Il museo vanta anche la più grande piazza coperta d’Europa: la Great court.

L’imponente cattedrale anglicana di Saint Paul si trova nella City e il biglietto d’ingresso con audioguida gratuita (anche in italiano) costa 15£. Oltre alla cattedrale e alle cripte è possibile salire in cima alla cupola. Una prima sosta si fa dopo 257 gradini alla Galleria dei Bisbigli posta all’interno della cupola, mentre per vedere il suggestivo panorama sulla città bisogna salire fino a 85 metri di altezza. Se invece si vuole ammirare la cupola di Saint Paul conviene salire sulla terrazza del vicino centro commerciale One New Change.

Attraversando il ponte pedonale Millenium Bridge, costruito per festeggiare l’inizio del XXI secolo, si arriva direttamente alla vecchia centrale elettrica che è stata convertita nella grande galleria di arte moderna e contemporanea Tate Modern. La galleria ospita sia una vasta collezione permanente (gratuita) che mostre temporanee (generalmente a pagamento). Incamminandosi verso il Tower Bridge ci si imbatte nello Shakespeare’s Globe Theatre, nel turistico London Dungeon e nella moderna City Hall. Negli ultimi tempi questo quartiere è stato oggetto di rimodernamento e l’emblema di questa operazione è sicuramente il grattacielo Shard London Bridge, opera dell’architetto Renzo Piano. L’edificio a forma piramidale sarà con i suoi 72 piani e 306 m di altezza il grattacielo più alto d’Europa.

Attraversando il Tower Bridge si arriva alla storica Tower of London nelle cui sale sono custoditi i gioielli della regina. Questa è una delle attrazioni più visitate della città per cui è normale trovare un po’ di fila alle casse. Il biglietto d’ingresso costa 19£ e in diversi orari sono previste visite guidate gratuite (in inglese). Assolutamente da non perdere sono il palazzo Crown Jewels dove sono esposte le storiche corone usate per l’incoronazione dei reali inglesi, e la White Tower dove si percorre la storia della nazione, mentre dalle mura della fortezza si possono scattare delle suggestivee foto del Tower Bridge, della City Hall e dello Shard.

Oltre alla Tower of London ci sono altri palazzi legati alla famiglia reale come il Buckingham Palace che, a partire dalla regina Vittoria in poi, è la residenza ufficiale del sovrano del Regno Unito. Il palazzo è visitabile solo in alcuni mesi dell’anno, ma a giorni alterni qui si svolge la seguitissima cerimonia del cambio della guardia (gli orari esatti sono disponibili sul sito ufficiale). Nei vicini Kensington Gardens si trova il Kensington Palace che recentemente è stato aperto anche al pubblico. Tra gli infiniti prati di Kensington si trova anche la statua di Peter Pan in quanto proprio in questi giardini ebbero luogo le prime avventura dell’eterno bambino. Uscendo dai giardini al lato della Royal Albert Hall si può ammirare l’imponente Albert Memorial fatto erigere dalla regina Vittoria in memoria del suo consorte. A due passi dal monumento si trova anche l’incantevole edificio del Royal College of Music.


Nella zona di Kensington si trovano anche il Victoria and Albert Museum, il Science Museum e il Natural History Museum. Il Victoria and Albert Museum ospita oggetti di arte e design, mentre il Science Museum spiega la scienza in modo divertente e propone un percorso alla scoperta del progresso scientifico attraverso gli oggetti che ne hanno fatto la storia. Nel bellissimo edificio del Natural History Museum c’è un’ampia esposizione dedicata alla paleontologia, zoologia, botanica, mineralogia ed entomologia, ma il fiore all’occhiello di questo museo è la stupenda sala principale dove troneggia lo scheletro di un dinosauro diplodocus.

Altre due attrazioni da cartolina si affacciano sulle sponde del Tamigi: il gigantesco London Eye e il fotografatissimo Big Ben, ovvero il campanile della Houses of Parliament. Dietro il parlamento si erge la Westminster Abbey dove ebbero luogo sia il funerale di Lady Diana che il matrimonio di William e Kate. Nella città ci sono anche diversi luoghi legati ai personaggi della letteratura inglese come il binario 9 e 3/4 di Harry Potter nella stazione di King’s Cross e il The Sherlock Holmes Museum in Baker Street.

Per chi ha più tempo a disposizione consigliamo di salire sulla Docklands Light Railway e attraversare la moderna zona finanziaria dei Docklands fino allo storico villaggio di Greenwich da cui prende nome il meridiano zero. Nelle strade di Greenwich hanno sede il Royal Observatory, il Royal Naval College, la Queen’s House, il National Maritime Museum, il Greenwich Market e il Greenwich Park che regala una splendida vista sulla città. Oltre al parco di Greenwich la città di Londra vanta numerosi e vasti parchi reali in cui potersi rilassare, come l’Hyde Park, i Kensington Gardens, il Regent’s Park, il Richmond Park, il St. Jame’s Park e il Green Park.


CARD E PREZZI DEI MUSEI
A Londra ci sono diversi musei che si possono visitare gratuitamente come ad esempio il British Museum, la National Gallery, la National Portrait Gallery, il Tate Modern, il Tate Britain, il Victoria and Albert Museum, il Museum of London, il Natural History Museum, l’IWM London Imperial War Museum, il Science Museum, il Royal Air Force Museum, il National Maritime Museum, l’Old Royal Naval College, la Queen’s House e la Saatchi Gallery, ma le proposte non finiscono qui: sul sito Visit London c’è l’elenco completo e aggiornato di tutti i musei a ingresso gratuito.

Un’altra offerta utile è la promozione legata ai biglietti ferroviari 2for1 London. Chi è in possesso di un biglietto ferroviario cartaceo (non elettronico) andata/ritorno per Londra, può compilare dei voucher che permettono di usufruire di due ingressi al prezzo di uno in diversi musei, spettacoli e attrazioni turistiche. Con il biglietto del treno di sola andata si può usufruire di questa offerta solo nello stesso giorno, mentre se si ha un biglietto andata e ritorno la promozione è valida per tutti i giorni compresi in queste due date. Le offerte possono variare e per tenersi aggiornati è meglio consultare il sito Days Out Guide. Durante il nostro viaggio le promozioni riguardavano il London Eye 18.90£, il Madame Tussauds 30£, il London Dungeon 16£, la Torre dei Gioielli 3.50£, la Tower of London 20.90£, la St. Paul’s Cathedral 15£, il Kensington Palace 14.50£, il Design Museum 11£, il London Transport Museum 13.50£, la Benjamin Franklin House 7£, i Royal Botanic Gardens Kew 13.90£, il SEA Life Aquarium 19.80£, Churchill War Rooms 16.50£, l’Apsley House 6.50£, il Freud Museum 6£, British Music Experience 12£, HMS Belfast 14£, City Cruises 13.50£, il Beatles Tour of London 20£, Harry Potter Bus Tour 25£ o Harry Potter Walk Tour 20£, Chelsea Fc Tour and Museum 18£, e tanti altri musei, tour, ristoranti e teatri.

Un’altra promozione per i turisti è il London Pass che permette di vedere gratuitamente numerosi musei della città e soprattutto di evitare le code davanti ai musei. Il prezzo del London Pass è di 46£ per 1 giorno, 61£ per 2 giorni, 74£ per 3 giorni e 99£ per 6 giorni, ma prenotando on line si possono trovare delle tariffe leggermente più basse. Secondo noi la card non è conveniente in quanto abbiamo fatto due conti è la promozione 2for1 London di cui abbiamo parlato sopra è sicuramente più vantaggiosa. Il punto di forza di London Passa è più che altro il fatto che elimina i tempi d’attesa all’entrata dei musei.

MUSICAL
A Londra i teatri sono davvero numerosi e c’è solo l’imbarazzo della scelta tra la variegata proposta di spettacoli tra cui Billy Eliot al Victoria Palace Theatre, Mamma Mia! al Prince of Waltes Theatre, Thrille Live al Lyric Theatre, We will rock you al Dominion Theatre, Shrek al Theatre Royal Drury Lane, Il re leone al Lyceum Theatre, Chicago al Garrick Theatre, Ghost al Picadilly Theatre, il Mago di Oz al London Palladium, Singin’ in the rain al Palace Theatre, il Fantasma dell’Opera al Her Majesty’s Theatre e tanti altri. La maggior parte dei teatri è concentrata nel West End. Per comprare i biglietti a prezzi stracciati basta recarsi in mattinata al chiosco Tkts di Leicester Square. Qui si possono comprare i biglietti a metà prezzo per gli spettacoli che si terranno in quel pomeriggio o sera. I posti sono divisi in stalls (platea) e poi a salire in dress circle, upper circle e balcony, ed è possibile acquistare solo 2 biglietti per volta. L’offerta 2×1 di cui abbiamo parlato sopra vale anche per i teatri e i biglietti per gli spettacoli si possono acquistare sul sito Love Theatre.

SHOPPING
Chi è in cerca di mercatini troverà sfogo nel famoso Camden Town Markt che è aperto ogni giorno dalle 10 alle 18. Qui si trova abbigliamento di ogni tipo: dark, rock, techno, orientale etc. e il negozio che più attira i turisti è sicuramente il coloratissimo e stravagante Cyberdog, mentre il famoso mercatino di Portobello Road a Nothing Hill ha luogo ogni sabato dalle 8 alle 17, quando l’omonima strada si riempie di bancarelle di antiquariato, abiti vintage, argenteria etc. Un’altra zona per gli acquisti è Covent Garden (nota anche per le esibizioni degli artisti di strada) dove si trovano l’Apple Market, il mercato di East Colonnade Market, il colorato store di Dr. Martens e il negozio di giocattoli Pollock’s Toyshop.

Chi ama i grandi negozi può optare per Oxford Street oppure Regent Street. Qui si trovano negozi per tutte le tasche come Primark, Top Shop, Coast, i grandi magazzini Marks & Spencer, Armani Exchange, Mango, Zara e il megastore di musica Hmv, mentre il lussuoso Harrods si trova in 87-135 Brompton Road.

Inoltre consigliamo i seguenti negozi: per gli amanti del the Twinings in 216 Strand (metro Temple), la mega libreria Foyles in 113-119 Charing Cross Road e per i musicisti in cerca di spartiti o strumenti musicali il Chappell of Bond Street in 152-160Wardour Street (metro Oxford Circus).

DOVE MANGIARE
Londra offre un’infinita scelta gastronomica: dagli economici fastfood ai costosi ristoranti dei celebrity chef come Jamie Oliver, Gordon Ramsay, Marco Pierre White, Heston Blumental, Joel Robuchon o Giorgio Locatelli, dai ristoranti sudamericani a quelli cinesi, dalle bancarelle di strada a raffinati ristoranti con vista sulla città. Sul sito Toptable vengono proposti degli sconti e offerte per diversi ristoranti della città.

A colazione sono molto trafficati i locali come Starbucks o Costa Coffee, ma se volete provare il tipico english breakfast vi consigliamo il caffè nella cripta di St. Martin in the Fields che si trova a Trafalgar Square. Per bere un caffè ammirando il Tamigi e la cattedrale di St. Paul segnaliamo il caffè ristorante al 7° piano della galleria Tate Modern.

Golden Union è il posto ideale per assaggiare il famoso fish and chips. Le porzioni sono abbondanti e il prezzo è onesto. Il locale si trova in 38 Poland Street, vicino a Oxford Circus.

Pret a Manger è una catena di locali distribuiti in tutta la città e sono il posto ideale per prendere dei panini take away. La scelta di sandwich, toast, wrap, zuppe, insalate, dolci e bibite è al quanto vasta e i prezzi sono economici soprattutto per il take away.

Momo è un ristorante che propone cucina marocchina di alto livello, ma il suo bar è un ottimo luogo dove riposarsi sorseggiando un delizioso the alla menta fresca. Il ristorante è al quanto caro, ma a pranzo ci si può sedere nel piccolo locale a fianco dove vengono serviti dei fast lunch con un wrap e una bibita a £8.50. Consigliamo vivamente di assaggiare il wrap al pollo e il the alla menta. Il locale si trova alla fine della stradina nascosta di 25 Heddon Street, nei pressi di Regent Street.

Wok to Walk è una nostra vecchia conoscenza in quanto ad Amsterdam eravamo assidui frequentatori. Questo locale si trova in 4 Brewer Street (Soho) ed è il posto giusto dove mangiare dei buoni spaghetti asiatici con condimento a scelta e prezzo economico.

Planet Hollywood di Londra è uno dei pochi ristoranti al mondo della catena PH a non essere stato chiuso. I piatti che abbiamo assaggiato erano buoni, il servizio ottimo e il prezzo della cena era nella media. Il locale si trova in 57-60 Haymarket a pochi passi da Picadilly Circus.

Tra le bancarelle con cibo da strada consigliamo vivamente quelle di Camden Town: nella zona dello Stables Market (quello con le statue di cavalli) ci sono numerosi chioschi che propongono cucina asiatica. I piatti sono veramente gustosi, abbondanti ed economici, mentre ai sostenitori del cibo biologico suggeriamo di visitare il Borough Market nei pressi del London Bridge.

DOVE DORMIRE
Easyhotel Paddington. Trovare un alloggio nel centro di Londra che sia economico, pulito e con il bagno privato in camera è un’impresa non facile. Un buon compromesso ci è sembrato l’hotel della famiglia di Easy Jet. La nostra stanza era veramente molto piccola, nel seminterrato con una finestra che si affacciava su uno sgabuzzino, il letto era stretto ma comodo, niente armadio ma solo due appendiabiti, il bagno assomigliava a quello che si trova in aereo ed era al quanto stretto. Sicuramente l’albergo non è adatto alle persone troppo alte o troppo in carne, ma è ideale per i giovani senza grosse pretese. Però c’è da dire che il tutto era molto pulito e 285£ per 5 notti ci è sembrato un prezzo abbordabile. Per guardare la tv, usare la rete wi-fi, usufruire della pulizia della camera o il cambio lenzuola bisogna pagare un servizio extra. L’hotel si trova in Norfolk Place 10, vicino alla stazione ferroviaria/metro di Paddington. A due passi dall’albergo ci sono anche un fish&chips, un pub, vari fastfood e bar.

FREE wi-fi
A Londra ci sono numerosi locali che offrono la connessione wi-fi gratuita, tra cui Starbucks, alcuni Costa, McDonald’s e Pret a Manger, ma grazie al progetto The Cloud numerose stazioni ferroviarie come London Euston, King’s Cross, L. Bridge, L. Cannon Street, L. Liverpool Street, L. Charing Cross, L. Waterloo, L. Victoria e L. Paddington offrono accesso gratuito alla rete (basta registrarsi con l’email).

LINK UTILI
Visit London
Visit Britain
Travel Trade Guides download (in inglese)
Londra su Lonely Planet
Londra su Time Out (in inglese)
Londra su Wikipedia
Giochi Olimpici 2012 a Londra (in inglese)
London Galleries elenco di tutte le gallerie e musei di Londra
London Footprints elenco di itinerari da fare a piedi (in inglese)

“You find no man, at all intellectual, who is willing to leave London. No, Sir, when a man is tired of London, he is tired of life; for there is in London all that life can afford .” Samuel Johnson (1709 – 1784)

Annunci

Info I giramondo
A causa di una spiccata curiosità siamo perennemente in viaggio.

4 Responses to Londra

  1. Bellissima descrizione di Londra , dei vari luoghi e altro .

  2. kusanagi65 says:

    Ah, Londra …

    Noto con piacere che avete segnalato Pret-A-Manger, che per me e mia moglie è semplicemente un mito, oltre ai panini ci sono anche zuppe, porridge, frutta fresca, sushi, insalate … e soprattutto tutti gli ingredienti sempre freschi di giornata!
    Per noi è il punto di riferimento costante per lo spuntino di mezzogiorno, e a volte anche per la cena, anche perchè ce n’è uno praticamente in ogni angolo: i due che preferisco sono quello a Notting Hill e quello a South Kensington, proprio di fronte alla fermata della metro, ampi e spaziosi, wireless free, prese di corrente per i laptop …

    Analogo c’è anche Eat. , ma Pret-A-Manger è molto più diffuso ed insuperabile: tra l’altro si trova anche a Manhattan.

    Secondo me consigliata per soggiornare è la zona di Earl Court, nella south-west London al confine tra zona 1 e zona 2 della metro, dove tra l’altro si incrociano ben tre linee della metro, la Piccadilly, la District e la Circle per cui si può praticamente arrivare OVUNQUE: poco trafficata, residenziale, ma con un sacco di pub e ristorantini per mangiare, e a pochi passi da Kensington.

    • I giramondo says:

      Hai ragione, Pret-A-Manger è proprio un ottimo posto per uno spuntino di mezzogiorno 😉

      Grazie per il consiglio su dove soggiornare; effettivamente dormire nella zona di Earl Court è una buona idea. La prossima volta che andremo a Londra la terremo in considerazione.

      • kusanagi65 says:

        Sempre felici di consigliare su Londra, che per noi sta diventando quasi una seconda casa …
        4 volte in 6 anni di cui gli ultimi 3 in fila vorranno pur dire qualcosa, no? 😉

        Comunque se può servire l’hotel dove abbiamo soggiornato a Earl Court noi è il Kensington Court Hotel, costruzione moderna a cinque minuti dalla Tube che ha lo svantaggio estetico di non esser il tipico palazzio georgiano o vittoriano, ma che poi guadagna nettamente in praticità per le dimensioni delle stanze, molto maggiori della media della zona.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: