Oporto

Quest’anno abbiamo deciso di festeggiare il Capodanno in Portogallo e più precisamente a Oporto.

Come arrivare
L’aeroporto internazionale di Oporto si trova a 11 km a nord della città. La metro linea E (viola) collega l’aeroporto con il centro città (Trinidade) in meno di 30 minuti e il biglietto di sola andata costa 2,30 € (tariffa z4). Lo shuttle che porta direttamente all’albergo costa sui 6-8 €, mentre in taxi si paga sui 25 €.

Oporto è ben collegata con le altre città portoghesi sia con i treni della CP Comboios de Portugal che con gli autobus della Rede Nacional de Espressos. Il treno per Lisbona ci impiega 3 ore e mezza e il biglietto costa sui 25-30 €, mentre Coimbra si raggiunge in 1 ora e mezza al costo di 17 €.

Porto Ribeira Municipio Porto Praca Dom Henrique Oporto Ribeira

Come muoversi
La metropolitana di Oporto è operativa dalle 6 del mattino all’1 di notte. Le linee sono 6: A/blu Estádio do Dragão – Senhor de Matosinhos, B/rossa Estádio do Dragão – Póvoa de Varzim, C/verde Estádio do Dragão – ISMAI, D/gialla Hospital São João – D. João II, E/viola Estádio do Dragão – Aeroporto, F/arancione Senhora da Hora – Fânzeres.

La tessera ricaricabile Andante è valida per tutto il trasporto urbano e costa 0,50 € al momento dell’emissione. In un primo momento ci si sente spaesati davanti alla biglietteria automatica perché non si capisce bene come funziona il tutto. In realtà ogni distributore è dotato di un elenco alfabetico di tutte le stazioni metropolitane e per sapere quanto si deve pagare il biglietto basta digitare il codice z2, z3, z4 etc. che si trova a fianco della stazione desiderata. Un viaggio singolo in tariffa z2 costa 1,15 € mentre il giornaliero 3,95 €, il viaggio singolo in tariffa z3 costa 1,45 € e il giornaliero 5 €, in tariffa z4 il singolo costa 1,80 € e il giornaliero 6,20 € etc.

Il bus turistico della CitySihtseeing offre due linee (una porta fino all’oceano mentre l’altra a Vila Nova de Gaia) e il biglietto costa 13 € per due giorni. Nel prezzo sono inclusi la visita alla cantina della Crofts e alcuni sconti in musei e negozi.

Torre dos Clerigos Libreria Lello Irmao Porto Igreja dos Carmelitas Oporto Igreja do Carmo Porto Giardino Cordoaria Porto Monumento aos Herois da Guerra Peninsular

Cosa vedere
Avendo prenotato l’albergo in Praca Guilherme Gomes Fernandes abbiamo iniziato il nostro giro turistico partendo dalla vicina piazza Gomes Teixeira dove si trovano la fontana Fonte dos Leoes, l’edificio Reitoria da Universidade do Porto e le due chiese “gemelle” Igreja dos Carmelitas e Igreja do Carmo. Da qui partono anche i due tram 22 e 18, mentre scendendo per la Rua das Carmelitas ci si imbatte nella bella libreria Lello & Irmao e nella chiesa con la Torre dos Clérigos che con i suoi 76 m di altezza è uno dei simboli della città.

Igreja dos Carmeitas Porto Igreja Torre dos Clerigos UNESCO Porto Ponte Dom Luis I Porto

Da qui abbiamo proseguito in direzione della Praca do Infante Dom Henrique su cui si affacciano il mercato Ferreira Borges in ferro battuto e il Palacio da Bolsa in stile neoclassico. Il Palazzo della borsa merita veramente di essere visitato se non altro per il ricco salone arabo. La visita guidata dura mezz’ora e costa 7 €, ma pagando 9 € è inclusa anche la visita alla cantina Sandeman. Dall’altro lato del palazzo s’innalza la stupenda chiesa dedicata a San Francesco d’Assisi costruita tra il XIII e XV secolo, e nota per le ricche decorazioni interne fatte in legno intarsiato e ricoperto di oro. Il biglietto d’ingresso per la chiesa e il piccolo museo con le catacombe costa 3,50 €. Ai piedi della chiesa c’è il capolinea del tram numero 1 che, costeggiando il fiume Douro, porta fino all’oceano.

Chiesa SanFrancesco Porto Praca do Infante Dom Henrique Ribeira Porto Palazzo della Borsa Porto
Sandeman Cantina Sandeman Porto Cruz Ribeira Oporto

Dopo la visita alla chiesa ci siamo diretti a pranzare sul lungofiume, nel quartiere di Ribeira, zona nota per il colorato Muro dos Bacalhoeiros, i ristoranti turistici e i negozi di souvenir. In questa zona si capisce perché il pittoresco centro storico di Porto è considerato Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Il ponte Dom Luis I, costruito su progetto di Gustavo Eiffel su due livelli (il superiore è riservato alla metro, il livello basso invece è per le auto), attraversa il fiume Douro e porta nella zona di Vila Nova de Gaia, nota per le cantine dei produttori di vino porto. Da bravi appassionati di tutto ciò che riguarda l’enogastronomia non potevamo esimerci dal fare una tappa in quest’area, così abbiamo deciso di visitare le cantine della Sandeman e il centro multimediale della Porto Cruz. La visita guidata alla cantina della Sandeman costa 4,50 €, dura mezz’ora circa e prevede l’assaggio di due tipi di porto (aperitif e ruby). Il centro multimediale della Porto Cruz invece si può visitare gratuitamente e in modo autonomo, mentre per l’assaggio guidato a tre vini porto si paga 5 €. La visita alla Sandeman era interessante soprattutto perché si entra effettivamente nelle cantine dove viene conservato il vino, ma trattandosi di interi gruppi di visitatori la degustazione del vino non è stata all’altezza della prima parte, mentre alla Porto Cruz essendo stati da soli la degustazione è stata molto esaustiva ed accurata anche se non si visita la loro cantina che si trova altrove. Entrambe i locali hanno al loro interno anche un piccolo negozio dove poter comprare a buon prezzo le bottiglie di porto e i vari gadget. In questa zona ci sono diverse altre cantine tra cui: Ramos Pintos, Taylor’s, Offley, Barros, Calem, Graham’s e Ferreira.

Igreja de Santo Ildefonso Postino Porto Capela das Almas Porto Pacos do concelho Porto Capodanno Oporto Igreja dos Congregados

Un’altra giornata l’abbiamo iniziata sulla Avenida dos Aliados, sulla quale s’innalza il municipio Pacos do concelho e dietro di esso si nasconde la chiesa Igreja de Trinidade. Da qui abbiamo percorso la Rua Formosa sulla quale si trovano diversi negozi in vecchio stile e il decadente Mercado do Bolhao fino alla Capela das Almas. Da qui siamo ridiscesi sulla Rua de Santa Catarina facendo tappa allo storico Cafe Majestic e alla Igreja de Santo Ildefonso. Poi abbiamo svoltato sulla Rua de 31 Janeiro che conduce alla Igreja dos Congregados e la stazione ferroviaria di Sao Bento, nota per i suoi bellissimi azulejos che decorano la sala d’ingresso. Facendo questo giro siamo praticamente tornati sulla Avenida dos Aliados ma dalla parte opposta. Salendo per la Av. de D. Alfonso Henriques si raggiunge la Cattedrale Sé do Porto che si affaccia sulla piazza Terreiro da Sé. Qui si trovano anche il palazzo episcopale, l’ex municipio ovvero l’Antiga Casa da Camara ora punto turistico, la Torre Medievale, il monumento Pelourinho, ma soprattutto si ha una bella vista sul fiume e sulla città bassa.

Prendendo la metro fino alla fermata Casa da Musica si possono vedere la moderna Casa da Musica, il Monumento aos Herois da Guerra Peninsular e la sinagoga Kadoorie, mentre per visitare il Museo d’arte contemporanea Fundacao de Serralves bisogna prendere il bus 207 o il bus turistico.

Cattedrale Se Porto Stazione Sao Bento Casa da Musica Porto Sao Bento Porto

Shopping
Per fare un po’ di acquisti basta dirigersi sulla via pedonale Rua de Santa Catarina dove si trovano numerosi negozi e il piccolo centro commerciale Via Catarina, mentre su Rua Formosa ci sono diverse caratteristiche botteghe di gastronomia portoghese come A Perola do Bolhao. Anche in Rua de Paris, a due passi dalla Torre dos Clerigos, ci sono due negozi particolari: la stupenda libreria Lello & Irmao e il negozio A Vida Portuguesa dove il tempo sembra essersi fermato, infatti qui si possono acquistare i prodotti così come erano ai tempi in cui le nostre nonne erano giovani. La zona di Riveira è invece nota per i negozi di souvenir e di artigianato locale. Gli appassionati di moda troveranno soddisfazione nello shopping center Cidade do Porto in Rua Goncalo Sampaio (metro Casa da Musica), nei grandi magazzini El Corte Inglés a Vila Nova de Gaia (metro linea D fermata Joao de Deus) e soprattutto al Vila do Conde outlets (metro rossa fino a Movidas Centro dove c’è lo shuttle gratuito che porta direttamente all’outlet, dalle 9.30 alle 23).

A Perola do Bolhao Porto A Vida Portuguesa Vola do Conde Outlet Oporto

Dove mangiare
L’ingrediente protagonista della cucina portoghese è sicuramente il bacalhau che qui si cucina in mille modi ed è generalmente ben preparato in tutti i ristoranti. Un altro piatto tipico è la Francesinha ossia una specie di maxi sandwich con pane da toast farcito di prosciutto, salsiccia e carne, il tutto ricoperto da formaggio fuso e salsa al pomodoro e birra, accompagnato da patatine fritte, ma a noi in realtà non è piaciuta molto, anzi ci è sembrata più che altro una “pastrociada” (ci scusiamo con i portoghesi per la disapprovazione).

In quasi tutti i locali della città c’è l’abitudine che appena seduti vi portano a tavola dei piccoli antipasti. Sappiate che quelli antipasti non sono gratuiti, ma vengono aggiunti al conto finale. Se non li si gradisce basta declinarli gentilmente.

Confeitaria do Bohao Confetitaria do Bohao Porto Leitaria do Quinta do Paco Francesinha

Confeitaria do Bolhao è una caratteristica caffetteria-pasticceria dove fare colazione. Il locale è arredato in vecchio stile ed è frequentatissimo dalle nonnine del posto. Qui è possibile fare anche uno spuntino economico per pranzo oppure comprare degli ottimi dolci di produzione propria da asporto. Per un caffellatte, una spremuta e 10 mini pasticcini abbiamo speso solo 5,60 €. Rua Formosa 339 (metro Bolhao).

Leitaria do Quinta do Paco è il regno dei dolci eclair che qui vengono prodotti dal 1920 in numerose varianti. Questo bar è sicuramente un ottimo posto dove fare colazione: per un caffè e un dolce si spendono 2,50 €. Praca Guilherme Gomes Fernandes 47 (ai piedi dell’albergo Vivacity Porto).

Cafe Majestic è un pezzo di storia in stile art nouveau in Rua de Santa Catarina (metro Bolhao). Rispetto alle altre caffetterie è più caro, ma d’altronde quello che si paga è l’atmosfera dell’altro secolo.

Boa Nova Porto Puerto Escondido Porto Oporto Puerto Escondido Douro Velho Oporto

Farol da Boa Nova è un piccolo ristorante sul lungo fiume. All’interno ci sono pochi tavoli, ma quando c’è bel tempo si aggiungono quelli all’esterno. Per un pranzo a base di antipasto di polpettine fritte di baccalà, un piatto di crocchette di polipo fritte, una prelibata bistecca con salsa al vino porto, contorno di patate, una bottiglia piccola di vino Ramos Pinto duas quintas e caffé abbiamo speso 36 €. Muro dos Bacalhoeiro 115 (sul lungofiume di Ribeira).

Puerto Escondido è un piccolo locale con tavoli all’esterno, in una stradina parallela al lungofiume di Ribeira. Per un piatto di baccalà fritto con contorno, dell’ottimo baccalà con panna e patate e una piccola bottiglia di vino abbiamo speso 20€.

Brasa doe Leoes Oporto Douro Velho Porto Farol da Boa Nova Porto Farol da Boa Nova

Brasa dos Leoes un caratteristico ristorantino che si trova proprio sotto l’albergo in cui abbiamo soggiornato. Per un antipasto di salsiccia alla griglia, un piatto di salmone grigliato con contorno, un piatto di baccalà alla griglia con patate e una piccola bottiglia di vino abbiamo speso 23 €. Il ristorante è piccolo ed economico, ma le porzioni sono abbondanti. Praca Guilherme Gomes Fernandes 7.

Wok to Walk gira e rigira in ogni città in cui troviamo questa catena di cibo asiatico non possiamo fare a meno di cenarvi. Per un abbondante piatto di spaghetti con pollo e verdure e una bibita si spende in media sui 7 € a persona. I locali si trovano negli shopping center Cidade de Porto, Dolce Vita Porto e Via Catarina.

Douro Velho è un ristorante turistico sull’altro lato del fiume, nei pressi delle cantine. Sulla qualità dei piatti siamo in disaccordo perché la pasta con le vongole era a dir poco oscena, mentre il polipo era squisito. Per i due primi e una piccola bottiglia di vino abbiamo speso 28 €. Av. Diogo Leite 302 (vicino al ponte Luis I).

Vivacity Porto Hotel Ribeira Oceano Porto Portogallo

Dove dormire
Vivacity Porto è un grazioso albergo a conduzione famigliare in Praca Guilherme Gomes Fernandes. Il sempre presente receptionist è molto simpatico e anche se parla solo portoghese ci si riesce a capire senza problemi. La camera non era grandissima, ma accogliente e arredata in modo moderno, il bagno con doccia era spazioso e sempre ben pulito. La camera era dotata di tv, aria condizionata (molto utile nei giorni umidi e freddi), asciugacapelli nonché una veloce e gratuita connessione wi-fi. Per 5 notti in una camera matrimoniale con bagno privato abbiamo pagato 175 € e il rapporto tra prezzo e qualità ci è sembrato davvero vantaggioso. Sotto all’albergo c’è una fermata degli autobus, nella vicina piazza Gomes Teixeira c’è il capolinea dei tram 18 e 22, e anche la fermata metro di Alliados (linea D) si può tranquillamente raggiungere a piedi.

Oporto Capodanno Statua ragazza nuda Porto Vino Porto Sandeman Quartiere Ribeira Statua bambini Porto Vivacity Porto

Siti utili
Ufficio turistico di Porto
Ente Nazionale del Turismo Portoghese
Porto su Wikipedia
Porto su Lonely Planet (in inglese)
Oporto Cool guida in portoghese per scoprire i posti migliori della città
Vini Portugal (in inglese)
Lingue online risorse gratuite per imparare il portoghese

Annunci

Info I giramondo
A causa di una spiccata curiosità siamo perennemente in viaggio.

2 Responses to Oporto

  1. Luca C. says:

    Bellissima città! Bel ricordo!

  2. oportocool says:

    Grazie per raccomandare OPORTOCOOL 🙂
    http://www.oportocool.wordpress.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: