Pitztal

Visto che quest’anno la neve sulle montagne italiane si fa desiderare, siamo andati in cerca della prima sciata sul ghiacciaio Pitz nel Tirolo austriaco, a sudovest di Innsbruck.

Comprensorio sciistico:
Il Gletscher Express (navetta sotterranea) parte da Mittelberg (1.740m) e porta a quota 2.840m in meno di 10 minuti. Al piano terra della stazione dell’Express si trova il Kristall, ristorante self service che dispone anche di un’ampia terrazza al sole. A pranzo c’è una vasta e ottima scelta sia di piatti tipici che di snack veloci. La cabinovia Panorama porta a quota 3.440m dove c’è la torretta panoramica. Da qui si ha una magnifica vista sulle vicine montagne, tra cui la cima Wildspitze che raggiunge i 3.774m di altezza. Lo skipass giornaliero costa 39,50€ mentre per 5 giorni 164€. I turisti (senza sci) possono salire con il Gletscher Express al costo di 16,50€ a/r.

Da Mandarfen invece partono gli impianti di risalita che portano al Rifflsee, che però in questi giorni era chiuso e quindi non abbiamo avuto modo di provarlo. A Mandarfen ci sono anche diversi negozi di noleggio sci, snowboard, sci di fondo (10€ al giorno) e sci alpinismo.


 

Sci di fondo:
A valle, da Mittelberg/Mandarfen a St. Leonard e Wiese c’è una pista di 21km (Talloipe) dedicata sia alla tecnica classica che allo skating. Il tragitto è molto carino, ma alcune discese risultano poco adatte per i principianti. L’unico difetto che abbiamo notato è l’assenza di bar/bagni (eccetto quegli degli alberghi) lungo il tragitto. Anche sul ghiacciaio c’è una pista da fondo di 7km per l’allenamento in quota. Per raggiungerla bisogna prendere il Gletscher Express più la seggiovia Gletschersee (quindi non è economica come le piste a valle).

Come spostarsi:
Tutta la vallata Pitztal è servita dagli skibus gratuiti che collegano gli alberghi con gli impianti di risalita. Chi vuole spostarsi in macchina trova i parcheggi gratuiti ai piedi degli impianti di Mandarfen e Mittelberg. Vi ricordiamo che sulle autostrade austriache c’è l’obbligo della vignetta (8€ per una settimana) e che la benzina/diesel in costa meno che in Italia, quindi vi consigliamo di fare rifornimento nel distributore all’entrata della vallata (quello in autostrada vicino al confine ha i prezzi come in Italia).

Dove dormire:
Hotel Sonnblick***s: si trova a Plangeross, a 2km dagli impianti di risalita. A due passi dall’hotel c’è la fermata dello skibus e la pista da fondo passa a fianco del fiume. Noi abbiamo soggiornato in una camera matrimoniale Pitztal (la più economica) e l’abbiamo trovata abbastanza spaziosa e comoda. Prenotando con Booking.com per 5 notti in mezza pensione abbiamo pagato 560€. La varietà e qualità dei cibi a colazione e cena è eccellente. L’area benessere è gratuita ed è aperta dalle 15 alle 18.30, dispone di una sauna finlandese, un bagno turco, una vasca idromassaggio, lettini nella zona relax, gli appositi asciugamani vengono forniti quotidianamente in camera, mentre il noleggio dell’accapatoio costa 3,50€ per tutta la durata del soggiorno. I cani di piccola taglia sono ammessi.

Siti utili:
Pitztale Gletscher (anche in italiano)
Pitztal (in inglese/tedesco)
Pitztal & Kaunertal (anche in italiano)
Lingue online risorse gratuite per imparare il tedesco

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: