Lisbona

Ci abbiamo impiegato un po’ di tempo a scrivere il riassunto della nostra terza tappa in Portogallo, ma alla fine ce l’abbiamo fatta.

Come arrivare:
L’aeroporto di Lisbona si trova a 7 km dal centro città ed è raggiungibile con la linea rossa della metropolitana: il biglietto di sola andata costa 1,40 €.

Lisbona è ben collegata con le altre città portoghesi sia con i treni CP Comboios de Portugal che con gli autobus Rede Nacional de Espressos. Da Oporto si impiegano circa 3 ore e mezza e il biglietto costa sui 19 €, Coimbra dista 2 ore e mezzo e il biglietto costa 14 €, per raggiungere Faro ci vogliono 4 ore e il biglietto costa 20€, mentre Fatima dista solo 1 ora e mezza e il prezzo del biglietto è di 11,50 €.

Lisbona Natale Lisbona view Lisboa Lisbona Stazione Oriente

Come muoversi:
Il trasporto pubblico di Lisbona è molto efficiente: la metro, gli autobus della Carris e il caratteristico tram collegano tutte le zone della città. Il tram 28 è chiamato anche il tram dei turisti perché conduce alle principali attrazioni della città. Nella zona del Parque das Nações è anche possibile ammirare la città e il fiume dall’alto facendo un giro con la Telecabina.

Per viaggiare con i mezzi pubblici conviene acquistare la card ricaricabile. Sulla card si possono caricare più biglietti dello stesso tipo oppure si può scegliere di caricare un preciso importo che andrà poi a scalare, ma ciò non permette di ritornare all’opzione precedente. Il biglietto di corsa singola per la metro, il tram o l’autobus costa 1,40 €, ma se lo si acquista sul tram si paga 2,85 €, quindi conviene ricaricare la tessera prima di salire. Il biglietto giornaliero costa 6 €.

La Lisboa card prevede l’utilizzo gratuito dei mezzi pubblici e sconti in 26 musei e attrazioni turistiche. Il costo della card è di 18,50 € per 24 ore, 31,50 € per 48 ore oppure 39 € per 72 ore.

L’autobus turistico Yellow bus offre 4 linee di autobus e una di tram. Il biglietto per 48 ore costa 25 €, include il trasporto pubblico urbano (ma non la metro) e prevede degli sconti in alcuni musei della città.

Per raggiungere i villaggi sull’altra sponda del fiume ci sono gli autobus Transportes Sul do Tejo TST e sul sito di Transporlis è possibile calcolare il percorso desiderato.

Praca do Comercio Lisbona Parlamento Lisbona Casa Saramago Lisbona Nascita di Sant'Antonio

Cosa vedere:
La maggior parte dei musei è chiusa il lunedì. Sul sito dell’ufficio turistico di Lisbona c’è un’interessante sezione dedicata agli itinerari a piedi.

Un bel modo di iniziare a scoprire la città è partendo da Praça do Comércio che è considerato il salotto di Lisbona. La piazza si affaccia direttamente sul fiume Tago ed è il punto di partenza di diversi bus e tram turistici. Poco distante dalla piazza si trova il Museo di design e moda MUDE dove sono esposti gli oggetti che hanno fatto storia nonché una bella collezione di abiti legati al fado portoghese. L’ingresso al museo è gratuito.

La piazza Praça de D. Pedro IV, conosciuta come il Rossio, e la vicina Praca da Figueira sono due piazza centrali della città. Purtroppo questa zona è affollata di spacciatori che sanno essere al quanto insistenti a volere vendere la loro merce. I nostri amici portoghesi ci hanno detto che in realtà non si tratta di vera droga, ma sono solo dei pacchi per turisti ed è per questo che non si vede mai intervenire i numerosi poliziotti che controllano la zona.

Alle spalle del Rossio c’è la Praca Restauradores, da dove parte la lunga e larga Avenida da Liberdade che conduce fino al parco Eduardo VII. Salendo su per questi giardini si raggiunge il Museo Gulbenkian. Il museo è diviso in due parti: la prima è dedicata all’arte egizia, greco-romana e orientale, mentre la seconda all’arte europea. L’ingresso costa 4 € e la fermata metro più vicina è quella di Praca de Espanha. Non lontano si trova anche l’arena di Campo Pequeno che oltre alle corride ospita concerti e spettacoli.

Chiesa Sao Roque Lisbona Lisbona Chiesa Sao Roque Bigliettaio Lisbona Teatro de Trinidade Lisbona Tram Bairro Alto Cafe Brasileiro Lisbona Pessoa

Per visitare i quartieri di Chiado e Bairro Alto si può prendere la funicolare Ascensor da Gloria che da Praca Restauradores (nei pressi dell’Hard Rock Caffe) conduce fino al belvedere di Sao Pedro de Alcantara, oppure si può prendere l’ascensore Elevador de Santa Justa che da Rua de Santa Justa sale fino alla terrazza panoramica in Rua do Carmo, oppure di può percorrere a piedi le vie Rua do Carmo e Rua Garrett. E proprio verso la fine di quest’ultima, tra i tavoli dello storico Cafe A Brasileira, c’è la statua del noto scrittore portoghese Fernando Pessoa, mentre un’altra sua statua si trova poco più giù, d’avanti al Teatro Nacional de São Carlos. Se da Praca Luis de Camos continuiamo a salire per la Rua da Misericordia, troveremo il Fado in Chiado, noto locale per gli spettacoli del nostalgico canto portoghese, il Teatro da Trinidade dipinto tutto in rosso, e la stupenda chiesa di Sao Roque che vista da fuori non sembra nulla di particolare, ma all’interno è decorata in modo sfarzoso ed è considerata tra le più belle della città. L’ingresso alla chiesa è gratuito, mentre per visitare il museo adiacente si spendono 2 €. Facendo ancora due passi in salita ci si ritrova al Mirador de Sao Pedro de Alcantara.

Dirigendosi verso il quartiere di Mandragoa nella parte occidentale della città, in Rua Sao Bento ci sono il Palazzo di Sao Bento sede del parlamento, la casa-museo dedicata alla migliore interprete di tutti i tempi del fado portoghese Amalia Rodrigues, mentre di fronte al Jardim da Estrela s’innalza la Basilica Estrela.

Cattedrale di Lisbona Lisbona Cattedrale Chiesa di Sant'Antonio Lisbona Sant'Antonio da Lisbona Chiesa Sao Vincente Lisbona Tram Lisbona

Il quartiere di Alfama è il più antico della città. In Largo do Chafariz de Dentro (nella parte bassa di Alfama) c’è il Museu do Fado. Iniziando a salire per la Rua das Pedras Negras si notano la piccola chiesa di Sant’Antonio di Padova, che qui si chiama Santo António de Lisboa in quanto è nato proprio nelle vicinanze della chiesa, e la Cattedrale di Santa Maria Maggiore. Entrambe le chiese sono a ingresso gratuito. Continuando a salire per la strada, ci si imbatte nel Mirador Santa Luzia da dove si apre una bella vista sul fiume e sul quartiere di Alfama, nel monastero di Sao Vincente de Fora e nel Castelo de São Jorge. L’ingresso al castello (ovvero una passeggiata tra le antiche mura e le torri) costa 7,50 €.

Monastero dos Jeronimos Lisbona Lisbona Monastero dos Jeronimos Torre di Belem Lisbona Ponte 25 de abril Lisbona

Il quartiere di Belém si trova nella parte occidentale della città e vi si arriva con il tram numero 15. In questa zona ci sono l’imponente complesso del Monastero dos Jerónimos (spettacolare soprattutto dall’esterno) e la famosa Torre di Belém, entrambi considerati Patrimonio dell’Umanità UNESCO. L’ingresso al Monastero costa 7 € (domenica mattina gratuito), insieme alla torre e al palazzo Ajuda 13 €. A due passi dal monastero è da visitare il Museu Coleccao Berardo, museo di arte contemporanea con ingresso gratuito, mentre lungo il fiume si notano il Monumento alle Scoperte che fu eretto per commemorare il 500° anniversario della morte del principe Enrico il Navigatore, e la Torre di Belem. In questa zona sorge anche il Palácio Nacional de Belém che è la sede del presidente del Portogallo. In realtà, il vero motivo che porta i turisti a Belém sono gli ottimi pasticcini che sfornano nella caffetteria Pastéis de Belém.

Attraversando il ponte de 25 aprile, che si trova tra il centro storico di Lisbona e il quartiere di Belem, si raggiunge la città di Almada e la grande statua Cristo-Rei, ispirata al Cristo Redentore di Rio de Janeiro e il Santuario Nacional de Cristo Rei.

Lisbona Futuristica Stazione Oriente Lisbona Panorama su Alfama Monastero Lisbona

Nella parte orientale della città invece c’è la zona di Parque das Nações che fu costruita in occasione dell’Expo ’98 ed è il simbolo della Lisbona contemporanea. Qui ci sono la Torre Vasco da Gama a forma di vela, l’Oceanário che è il secondo acquario più grande al mondo, la Telecabina per ammirare la città dall’alto, l’edificio con le torri gemelle che ricordano le navi di Vasco da Gama Sao Gabriel e Sao Rafael, ma soprattutto il ponte Vasco da Gama che con i suoi 17 km è il ponte più lungo d’Europa. Il punto nevralgico di questa zona è la Gare do Oriente che unisce la stazione ferroviaria a quella della metropolitana e a quella degli autobus extraurbani. L’edificio è particolarmente spettacolare soprattutto di notte. Di fronte alla stazione c’è il modernissimo centro commerciale Vasco da Gama.

A Lisbona ci sono molti altri musei che non abbiamo fatto in tempo a visitare: Museu Nacional do Azulejo, il Museo Antoniano, il Museu de Marinha, il Museu do Oriente (venerdì sera ingresso gratuito), il Museu Nacional de Arte Antiga, il Museu Nacional de Arqueologia (ingresso gratuito domenica e festivi fino alle 14), il Museu Nacional do Traje, il Museu Nacional dos Coches (ingresso gratuito domenica e festivi fino alle 14) etc.

Monastero Belen Lisbona Elevador Lisbona Cattedrale Belen Lisbona Praca Rossio Natale Lisbona architettura Lisbona bar MUDE Lisbona

Shopping:
Le principali vie dello shopping sono Rua Augusta, la via pedonale che porta da Placa Rossio a Praca do Comercio, Rua do Carmo e Rua Garrett che da Praca Rossio salgono verso il Bairro Alto, e Avenida de Liberdade (alta moda) ovvero gli Champs-Elysees portoghesi, che da dietro a Praca Rossio portano fino al Parco Eduardo VII. Nel Bairro Alto ci sono anche numerosi piccoli negozi di artigiani e designer locali.

Il moderno centro commerciale Vasco da Gama è attaccato alla stazione Oriente, ha un’ottima scelta di negozi ed è aperto tutti i giorni. Dalla terrazza del centro commerciale si ha una stupenda vista sulla Stazione d’Oriente, soprattutto nelle ore serali.

L’Outlet cc Freeport si trova ad Alcochete e per raggiungerlo bisogna prendere il bus 431/432/437 che parte dalla Stazione d’Oriente. Il biglietto si compra direttamente a bordo dell’autobus e costa 3,50 € solo andata o 6,25 a/r €. L’outlet è al quanto grande e ben fornito, ma la cosa più bella è che per raggiungerlo si percorre il lunghissimo ponte Vasco da Gama (vale la pena anche solo per quello).
Panorama Lisbona Sao roque Lisbona Finestre Lisbona Lisbona Monastero Sao Jeronimos

Dove mangiare:
Tra le specialità gastronomiche spiccano sicuramente quelle a base di pesce e frutti di mare, come le sardinhas assadas ovvero le sardine alla brace e le pastéis de bacalhau crocchette di merluzzo. Nei ristoranti di Lisbona usano portare degli antipasti non appena ci si siede a tavola. Questi antipasti sono a pagamento, ma se non li desiderate potete gentilmente declinarli.

I migliori ambasciatori di Lisbona sono senza dubbio i pasticcini di Belém, preparati artigianalmente seguendo una vecchia ricetta del vicino Monastero de Jeronimos. Il posto migliore per assaggiarli è l’unica vera fabbrica di questi deliziosi dolcetti ovvero Pastéis de Belém. Come dice il nome stesso, si trova nel quartiere di Belém (Rua del Belém 84-92) ed è aperta ogni giorno dalle 8 alle 23. Un pasticcino costa 1,05 € ed è possibile mangiarlo al banco, seduti al tavolo della caffetteria oppure ordinando una confezione da asporto.
Pasteis de Belem Pavilhao Chines Lisbona Menu Pavilhao Chines Lisbona Restaurante Maria da Fonte Lisbona

Pavilhao Chines un bar dagli interni esuberanti e infatti più che in un locale sembra di entrare a casa di un collezionista di antiquariato. Ci sono diverse sale con comode poltrone, dei tavoli da biliardo e tutt’intorno vetrate illuminate che racchiudono oggetti di ogni tipo. Tutto è curato nei dettagli, compreso il colorato menu che è un vero e proprio libro illustrato. I cocktail costano sui 7,50 €. Questo bar è assolutamente da vedere.

Ha Piteu è piccolo ma accogliente ristorantino in Rua da Atalaia 70 (Barrio Alto). Abbiamo ordinato antipasto di olive, come secondo maiale iberico, pollo fritto e patatine con bucce fritte, delle deliziose crepes e una bottiglia di vino, il tutto per 50 € in due e alla fine ci è stato offerto del moscatello. I piatti sono deliziosi e il personale è molto gentile.

Restaurante Imperio dos Sentidos si trova quasi di fronte al ristorante sopra citato, in Rua da Atalaia 35. Qui abbiamo iniziato con un antipasto di cozze gratinate, poi abbiamo proseguito con del maialino al vino rosso e dell’anatra al vino rosso, due dolci al cioccolato, un litro di sangria, per un totale di 56 €. Anche qui ci siamo trovati benissimo.
Aura Lounge Café Lisbona Restaurante Imperio dos Sentidos Lisbona Imperio dos Sentidos Imperio dos Sentidos Lisbona

Aura Lounge Café si affaccia sulla Praca do Comercio e propone degli economici menu del giorno: una zuppa, un secondo a base di pesce o carne, il dessert (una squisita mousse di mango e cioccolato), caffè e bibita, per soli 7,50 €. L’atmosfera di questo locale è dinamica e giovane, e per quel poco che abbiamo pagato è stato più che ottimo. Il locale è il posto ideale per un pranzo veloce ma saziante.

Restaurante Maria da Fonte in Rua Sao Pedro 5 (zona Alfama bassa). Siamo entrati in questo locale attratti dal canto del fado, ma la qualità del cibo non era delle migliori, soprattutto perché per 50 € abbiamo mangiato molto meglio in altri ristoranti. Non ve lo consigliamo.

Mahjong è un bar ideale per il dopo cena, Si trova in una delle viuzze più trafficate nelle ore serali del Barrio Alto.

Ha Piteu Lisbona Lisbona Ha Piteu Luxe by Turim Lisbona Collezione Berardo Lisbona

Dove dormire:
Luxe by Turim Hotels è un buon hotel dal design contemporaneo in Rua Passos Manuel 28, non lontano dalla fermata metro Anjos. L’albergo è ben tenuto, nuovo, la camera era comoda, con tv, frigobar, aria condizionata e asciugacapelli, il bagno era sempre ben pulito e la connessione internet wi fi è gratuita. A colazione c’era un piacevole assortimento di the, caffè, succo, brioches, marmellate, salumi, yogurt e cereali. Per una camera matrimoniale con colazione per 5 notti abbiamo pagato 170 €.

Lisbona Praca Rossio Lisbona dettaglio Mirador Lisbona Monastero dos Jeronimos Pessoa Lisbona Lisbona Oriente

Siti utili:
Ufficio turistico di Lisbona
Ente Nazionale del Turismo Portoghese
Go Lisbon (in inglese)
Lisbon Lux (in inglese e portoghese)
Lisbona su Wikipedia
Lisbona su Lonely Planet
Lisbona su Rough Guides (in inglese)
Lisbona su DK Travel (in inglese)
Lisbona su Time Out (in portoghese)
I love Barrio Alto (in portoghese)
Ufficio turistico di Sintra
Lingue online risorse gratuite per imparare il portoghese
10 Travel Apps le migliori applicazioni su Lisbona per iPhone e Android

Annunci

Coimbra

Dopo 6 giorni trascorsi a Porto abbiamo deciso di fare una piccola tappa a Coimbra, una graziosa città sulle sponde del fiume Mondego, che vanta una delle più antiche università d’Europa.

Come arrivare
Coimbra è ben collegata con le principali città portoghesi sia dai treni CP che dagli autobus Rede Nacional de Expressos. Da Porto ci si impiega un’ora e mezza circa e il biglietto dell’autobus costa 12,50 €, mentre per il treno i prezzi variano da 13 € a 16,70 €. Lisbona invece dista due ore e mezza da Coimbra, il biglietto dell’autobus costa 14 €, mentre per il treno si spendono 19-23 €. I treni veloci effettuano fermata nella stazione di Coimbra B e per raggiungere la stazione di Coimbra A (quella più vicina al centro storico) si deve proseguire per 5 minuti con un altro treno urbano oppure in taxi.

Università di Coimbra Università Coimbra University Coimbra Cattedrale nuova di Coimbra

Cosa vedere
L’attrazione principale di Coimbra è la prestigiosa Università, fondata nel 1290. Il complesso universitario ha sede nell’antico palazzo reale medievale e si può tranquillamente raggiungere a piedi imboccando una delle strette viuzze che salgono sulla città alta. Sul grande cortile centrale si affacciano diversi palazzi che ospitano le sale per le lauree Sala dos Capelos, Sala do Exame Privado e Sala dos Archeiros, la Capella de S. Miguel e soprattutto la splendida Biblioteca Joanina, costruita nel ‘700 in stile barocco. Insieme ai libri e testi antichi, nella biblioteca alloggiano anche dei pipistrelli che contribuiscono a tenere alla larga dai libri gli insetti che si cibano di carta. Le sale e la biblioteca sono visitabili con un unico biglietto che costa 7 € e si acquista nell’edificio appena fuori dalle mura, uscendo da Porta Ferrea subito a destra.

Non lontano dalla zona universitaria sorge l’incantevole Jardim Botanico, mentre andando in direzione opposta si trovano la cattedrale di Coimbra Se Nova e il museo d’arte Museu Nacional de Machado Castro. Riscendendo per le stradine medievali verso la città bassa, si può ammirare la Cattedrale Se Velha del XII secolo e il piccolo arco de Almedina, da cui si accede direttamente alla zona pedonale di Rua Ferreira Borges – Rua Visconde. La via pedonale termina in Praca 8 de Majo dove sorge il Monastero di Santa Cruz del 1131.

Se Velha Coimbra Coimbra Universita Biblioteca Joanina Coimbra Monastero Santa Cruz Coimbra Chiesa Sao Joao de Almedina Arco Almedina Torre orologio universita coimbra

Dove mangiare
Fangas Merceaira è un locale minuscolo, caratterizzato da un’atmosfera intima e accogliente. Per la cena ci siamo concessi un assaggio di tapas: bruschettine con aglio e origano, patate ripiene di formaggio e bacon con peperoni. Le portate sono piccoline e quindi si può tranquillamente scegliere piatti diversi, tutti squisiti ed economici. Per due abbiamo speso 21 € bibite incluse. Il locale si trova in rua Fernandes Tomas 45 (dall’arco de Almedina si imbocca la stradina a destra in salita).

Coimbra Fangas Merceaira Fangas Merceaira Coimbra Hotel Vitoria Coimbra Coimbra di notte

Dove dormire
Hotel Vitoria si trova a 100 m dalla stazione ferroviaria di Coimbra A. L’arredamento della stanza è moderno, il personale è gentile e la colazione è discreta. L’albergo è un’ottima scelta per i viaggiatori che si spostano in treno e intendono visitare il centro storico a piedi. Per una camera matrimoniale con colazione abbiamo speso 40 €. L’hotel si trova in Rua Sota 9.

Shopping Coimbra Università a Coimbra Coimbra statua Coimbra jeans

Siti utili
Ufficio turistico di Coimbra
Ufficio turistico della regione Centrale
Coimbra su Wikipedia
Coimbra su Lonely Planet (in inglese)

Oporto

Quest’anno abbiamo deciso di festeggiare il Capodanno in Portogallo e più precisamente a Oporto.

Come arrivare
L’aeroporto internazionale di Oporto si trova a 11 km a nord della città. La metro linea E (viola) collega l’aeroporto con il centro città (Trinidade) in meno di 30 minuti e il biglietto di sola andata costa 2,30 € (tariffa z4). Lo shuttle che porta direttamente all’albergo costa sui 6-8 €, mentre in taxi si paga sui 25 €.

Oporto è ben collegata con le altre città portoghesi sia con i treni della CP Comboios de Portugal che con gli autobus della Rede Nacional de Espressos. Il treno per Lisbona ci impiega 3 ore e mezza e il biglietto costa sui 25-30 €, mentre Coimbra si raggiunge in 1 ora e mezza al costo di 17 €.

Porto Ribeira Municipio Porto Praca Dom Henrique Oporto Ribeira

Come muoversi
La metropolitana di Oporto è operativa dalle 6 del mattino all’1 di notte. Le linee sono 6: A/blu Estádio do Dragão – Senhor de Matosinhos, B/rossa Estádio do Dragão – Póvoa de Varzim, C/verde Estádio do Dragão – ISMAI, D/gialla Hospital São João – D. João II, E/viola Estádio do Dragão – Aeroporto, F/arancione Senhora da Hora – Fânzeres.

La tessera ricaricabile Andante è valida per tutto il trasporto urbano e costa 0,50 € al momento dell’emissione. In un primo momento ci si sente spaesati davanti alla biglietteria automatica perché non si capisce bene come funziona il tutto. In realtà ogni distributore è dotato di un elenco alfabetico di tutte le stazioni metropolitane e per sapere quanto si deve pagare il biglietto basta digitare il codice z2, z3, z4 etc. che si trova a fianco della stazione desiderata. Un viaggio singolo in tariffa z2 costa 1,15 € mentre il giornaliero 3,95 €, il viaggio singolo in tariffa z3 costa 1,45 € e il giornaliero 5 €, in tariffa z4 il singolo costa 1,80 € e il giornaliero 6,20 € etc.

Il bus turistico della CitySihtseeing offre due linee (una porta fino all’oceano mentre l’altra a Vila Nova de Gaia) e il biglietto costa 13 € per due giorni. Nel prezzo sono inclusi la visita alla cantina della Crofts e alcuni sconti in musei e negozi.

Torre dos Clerigos Libreria Lello Irmao Porto Igreja dos Carmelitas Oporto Igreja do Carmo Porto Giardino Cordoaria Porto Monumento aos Herois da Guerra Peninsular

Cosa vedere
Avendo prenotato l’albergo in Praca Guilherme Gomes Fernandes abbiamo iniziato il nostro giro turistico partendo dalla vicina piazza Gomes Teixeira dove si trovano la fontana Fonte dos Leoes, l’edificio Reitoria da Universidade do Porto e le due chiese “gemelle” Igreja dos Carmelitas e Igreja do Carmo. Da qui partono anche i due tram 22 e 18, mentre scendendo per la Rua das Carmelitas ci si imbatte nella bella libreria Lello & Irmao e nella chiesa con la Torre dos Clérigos che con i suoi 76 m di altezza è uno dei simboli della città.

Igreja dos Carmeitas Porto Igreja Torre dos Clerigos UNESCO Porto Ponte Dom Luis I Porto

Da qui abbiamo proseguito in direzione della Praca do Infante Dom Henrique su cui si affacciano il mercato Ferreira Borges in ferro battuto e il Palacio da Bolsa in stile neoclassico. Il Palazzo della borsa merita veramente di essere visitato se non altro per il ricco salone arabo. La visita guidata dura mezz’ora e costa 7 €, ma pagando 9 € è inclusa anche la visita alla cantina Sandeman. Dall’altro lato del palazzo s’innalza la stupenda chiesa dedicata a San Francesco d’Assisi costruita tra il XIII e XV secolo, e nota per le ricche decorazioni interne fatte in legno intarsiato e ricoperto di oro. Il biglietto d’ingresso per la chiesa e il piccolo museo con le catacombe costa 3,50 €. Ai piedi della chiesa c’è il capolinea del tram numero 1 che, costeggiando il fiume Douro, porta fino all’oceano.

Chiesa SanFrancesco Porto Praca do Infante Dom Henrique Ribeira Porto Palazzo della Borsa Porto
Sandeman Cantina Sandeman Porto Cruz Ribeira Oporto

Dopo la visita alla chiesa ci siamo diretti a pranzare sul lungofiume, nel quartiere di Ribeira, zona nota per il colorato Muro dos Bacalhoeiros, i ristoranti turistici e i negozi di souvenir. In questa zona si capisce perché il pittoresco centro storico di Porto è considerato Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Il ponte Dom Luis I, costruito su progetto di Gustavo Eiffel su due livelli (il superiore è riservato alla metro, il livello basso invece è per le auto), attraversa il fiume Douro e porta nella zona di Vila Nova de Gaia, nota per le cantine dei produttori di vino porto. Da bravi appassionati di tutto ciò che riguarda l’enogastronomia non potevamo esimerci dal fare una tappa in quest’area, così abbiamo deciso di visitare le cantine della Sandeman e il centro multimediale della Porto Cruz. La visita guidata alla cantina della Sandeman costa 4,50 €, dura mezz’ora circa e prevede l’assaggio di due tipi di porto (aperitif e ruby). Il centro multimediale della Porto Cruz invece si può visitare gratuitamente e in modo autonomo, mentre per l’assaggio guidato a tre vini porto si paga 5 €. La visita alla Sandeman era interessante soprattutto perché si entra effettivamente nelle cantine dove viene conservato il vino, ma trattandosi di interi gruppi di visitatori la degustazione del vino non è stata all’altezza della prima parte, mentre alla Porto Cruz essendo stati da soli la degustazione è stata molto esaustiva ed accurata anche se non si visita la loro cantina che si trova altrove. Entrambe i locali hanno al loro interno anche un piccolo negozio dove poter comprare a buon prezzo le bottiglie di porto e i vari gadget. In questa zona ci sono diverse altre cantine tra cui: Ramos Pintos, Taylor’s, Offley, Barros, Calem, Graham’s e Ferreira.

Igreja de Santo Ildefonso Postino Porto Capela das Almas Porto Pacos do concelho Porto Capodanno Oporto Igreja dos Congregados

Un’altra giornata l’abbiamo iniziata sulla Avenida dos Aliados, sulla quale s’innalza il municipio Pacos do concelho e dietro di esso si nasconde la chiesa Igreja de Trinidade. Da qui abbiamo percorso la Rua Formosa sulla quale si trovano diversi negozi in vecchio stile e il decadente Mercado do Bolhao fino alla Capela das Almas. Da qui siamo ridiscesi sulla Rua de Santa Catarina facendo tappa allo storico Cafe Majestic e alla Igreja de Santo Ildefonso. Poi abbiamo svoltato sulla Rua de 31 Janeiro che conduce alla Igreja dos Congregados e la stazione ferroviaria di Sao Bento, nota per i suoi bellissimi azulejos che decorano la sala d’ingresso. Facendo questo giro siamo praticamente tornati sulla Avenida dos Aliados ma dalla parte opposta. Salendo per la Av. de D. Alfonso Henriques si raggiunge la Cattedrale Sé do Porto che si affaccia sulla piazza Terreiro da Sé. Qui si trovano anche il palazzo episcopale, l’ex municipio ovvero l’Antiga Casa da Camara ora punto turistico, la Torre Medievale, il monumento Pelourinho, ma soprattutto si ha una bella vista sul fiume e sulla città bassa.

Prendendo la metro fino alla fermata Casa da Musica si possono vedere la moderna Casa da Musica, il Monumento aos Herois da Guerra Peninsular e la sinagoga Kadoorie, mentre per visitare il Museo d’arte contemporanea Fundacao de Serralves bisogna prendere il bus 207 o il bus turistico.

Cattedrale Se Porto Stazione Sao Bento Casa da Musica Porto Sao Bento Porto

Shopping
Per fare un po’ di acquisti basta dirigersi sulla via pedonale Rua de Santa Catarina dove si trovano numerosi negozi e il piccolo centro commerciale Via Catarina, mentre su Rua Formosa ci sono diverse caratteristiche botteghe di gastronomia portoghese come A Perola do Bolhao. Anche in Rua de Paris, a due passi dalla Torre dos Clerigos, ci sono due negozi particolari: la stupenda libreria Lello & Irmao e il negozio A Vida Portuguesa dove il tempo sembra essersi fermato, infatti qui si possono acquistare i prodotti così come erano ai tempi in cui le nostre nonne erano giovani. La zona di Riveira è invece nota per i negozi di souvenir e di artigianato locale. Gli appassionati di moda troveranno soddisfazione nello shopping center Cidade do Porto in Rua Goncalo Sampaio (metro Casa da Musica), nei grandi magazzini El Corte Inglés a Vila Nova de Gaia (metro linea D fermata Joao de Deus) e soprattutto al Vila do Conde outlets (metro rossa fino a Movidas Centro dove c’è lo shuttle gratuito che porta direttamente all’outlet, dalle 9.30 alle 23).

A Perola do Bolhao Porto A Vida Portuguesa Vola do Conde Outlet Oporto

Dove mangiare
L’ingrediente protagonista della cucina portoghese è sicuramente il bacalhau che qui si cucina in mille modi ed è generalmente ben preparato in tutti i ristoranti. Un altro piatto tipico è la Francesinha ossia una specie di maxi sandwich con pane da toast farcito di prosciutto, salsiccia e carne, il tutto ricoperto da formaggio fuso e salsa al pomodoro e birra, accompagnato da patatine fritte, ma a noi in realtà non è piaciuta molto, anzi ci è sembrata più che altro una “pastrociada” (ci scusiamo con i portoghesi per la disapprovazione).

In quasi tutti i locali della città c’è l’abitudine che appena seduti vi portano a tavola dei piccoli antipasti. Sappiate che quelli antipasti non sono gratuiti, ma vengono aggiunti al conto finale. Se non li si gradisce basta declinarli gentilmente.

Confeitaria do Bohao Confetitaria do Bohao Porto Leitaria do Quinta do Paco Francesinha

Confeitaria do Bolhao è una caratteristica caffetteria-pasticceria dove fare colazione. Il locale è arredato in vecchio stile ed è frequentatissimo dalle nonnine del posto. Qui è possibile fare anche uno spuntino economico per pranzo oppure comprare degli ottimi dolci di produzione propria da asporto. Per un caffellatte, una spremuta e 10 mini pasticcini abbiamo speso solo 5,60 €. Rua Formosa 339 (metro Bolhao).

Leitaria do Quinta do Paco è il regno dei dolci eclair che qui vengono prodotti dal 1920 in numerose varianti. Questo bar è sicuramente un ottimo posto dove fare colazione: per un caffè e un dolce si spendono 2,50 €. Praca Guilherme Gomes Fernandes 47 (ai piedi dell’albergo Vivacity Porto).

Cafe Majestic è un pezzo di storia in stile art nouveau in Rua de Santa Catarina (metro Bolhao). Rispetto alle altre caffetterie è più caro, ma d’altronde quello che si paga è l’atmosfera dell’altro secolo.

Boa Nova Porto Puerto Escondido Porto Oporto Puerto Escondido Douro Velho Oporto

Farol da Boa Nova è un piccolo ristorante sul lungo fiume. All’interno ci sono pochi tavoli, ma quando c’è bel tempo si aggiungono quelli all’esterno. Per un pranzo a base di antipasto di polpettine fritte di baccalà, un piatto di crocchette di polipo fritte, una prelibata bistecca con salsa al vino porto, contorno di patate, una bottiglia piccola di vino Ramos Pinto duas quintas e caffé abbiamo speso 36 €. Muro dos Bacalhoeiro 115 (sul lungofiume di Ribeira).

Puerto Escondido è un piccolo locale con tavoli all’esterno, in una stradina parallela al lungofiume di Ribeira. Per un piatto di baccalà fritto con contorno, dell’ottimo baccalà con panna e patate e una piccola bottiglia di vino abbiamo speso 20€.

Brasa doe Leoes Oporto Douro Velho Porto Farol da Boa Nova Porto Farol da Boa Nova

Brasa dos Leoes un caratteristico ristorantino che si trova proprio sotto l’albergo in cui abbiamo soggiornato. Per un antipasto di salsiccia alla griglia, un piatto di salmone grigliato con contorno, un piatto di baccalà alla griglia con patate e una piccola bottiglia di vino abbiamo speso 23 €. Il ristorante è piccolo ed economico, ma le porzioni sono abbondanti. Praca Guilherme Gomes Fernandes 7.

Wok to Walk gira e rigira in ogni città in cui troviamo questa catena di cibo asiatico non possiamo fare a meno di cenarvi. Per un abbondante piatto di spaghetti con pollo e verdure e una bibita si spende in media sui 7 € a persona. I locali si trovano negli shopping center Cidade de Porto, Dolce Vita Porto e Via Catarina.

Douro Velho è un ristorante turistico sull’altro lato del fiume, nei pressi delle cantine. Sulla qualità dei piatti siamo in disaccordo perché la pasta con le vongole era a dir poco oscena, mentre il polipo era squisito. Per i due primi e una piccola bottiglia di vino abbiamo speso 28 €. Av. Diogo Leite 302 (vicino al ponte Luis I).

Vivacity Porto Hotel Ribeira Oceano Porto Portogallo

Dove dormire
Vivacity Porto è un grazioso albergo a conduzione famigliare in Praca Guilherme Gomes Fernandes. Il sempre presente receptionist è molto simpatico e anche se parla solo portoghese ci si riesce a capire senza problemi. La camera non era grandissima, ma accogliente e arredata in modo moderno, il bagno con doccia era spazioso e sempre ben pulito. La camera era dotata di tv, aria condizionata (molto utile nei giorni umidi e freddi), asciugacapelli nonché una veloce e gratuita connessione wi-fi. Per 5 notti in una camera matrimoniale con bagno privato abbiamo pagato 175 € e il rapporto tra prezzo e qualità ci è sembrato davvero vantaggioso. Sotto all’albergo c’è una fermata degli autobus, nella vicina piazza Gomes Teixeira c’è il capolinea dei tram 18 e 22, e anche la fermata metro di Alliados (linea D) si può tranquillamente raggiungere a piedi.

Oporto Capodanno Statua ragazza nuda Porto Vino Porto Sandeman Quartiere Ribeira Statua bambini Porto Vivacity Porto

Siti utili
Ufficio turistico di Porto
Ente Nazionale del Turismo Portoghese
Porto su Wikipedia
Porto su Lonely Planet (in inglese)
Oporto Cool guida in portoghese per scoprire i posti migliori della città
Vini Portugal (in inglese)
Lingue online risorse gratuite per imparare il portoghese

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: